Archivi categoria: Altro

Anticipazione sull’Offerta Formativa di Rete Dialogues 2017-2018

Anche per quest’anno scolastico Rete Dialogues sta preparando una ricca e articolata offerta formativa nel campo dell’educazione al dialogo e delle competenze di cittadinanza globale: sono previste sia attività per i ragazzi che percorsi di sviluppo professionale per docenti.

Qui di seguito una rapida carrellata per una visione generale, che comprende sia le novità di quest’anno che le attività già da diversi anni offerte dalla Rete.

Concorso [email protected]: l’approccio trialogico

Il concorso ha come obiettivo quello di sollecitare le classi a progettare concrete azioni d’intervento sociale attraverso la realizzazione di “oggetti” – eventi pubblici, video, pubblicazioni, allestimento di spazi, prodotti artistici e così via, su temi nell’ambito della cultura del dialogo e dei suoi strumenti.
Il progetto del concorso trova le sue radici nell’approccio psico-pedagogico trialogico, che riteniamo particolarmente adatto a favorire il coinvolgimento attivo e critico dei ragazzi.
Realizzato in collaborazione con la cattedra di Psicologia dell’Educazione ed E-learning dell’Università di Bari, la sezione Italiana del Cooperative Knowledge Building Group, l’Istituto di Studi Religiosi della Fondazione Bruno Kessler e altri eventuali partner, [email protected] è rivolto alle scuole della rete, ma anche ad altre scuole interessate.
Maggiori informazioni sono disponibili a questo link

 

GLODIAP: GLObal DIAlogue in Practice

Percorso formativo  teorico-pratico di 15 ore, che associa la metodologia CLIL a quella delle “learning technologies”: realizzato in collaborazione col progetto internazionale Generation Global, coinvolge docenti e alunni immergendoli in un contesto globale mediante la partecipazione ad una Videoconferenza in lingua inglese con classi di altri paesi quali USA, Pakistan, Indonesia, India, Ucraina ecc. Al centro dei dialoghi i temi dei diritti umani, dell’educazione alla pace, del dialogo e della cittadinanza attiva in contesto multiculturale.
Maggiori informazioni saranno disponibili a breve sul sito di Rete Dialogues

 Specchi di Dialogo 3

Quest’anno si realizzerà la terza edizione di Specchi di Dialogo, ciclo di seminari pomeridiani di formazione, ognuno della durata di 4 ore riconosciute dal MIUR;  durante questi eventi i docenti delle scuole della Rete, ma anche i docenti interessati di altre scuole, incontrano esperti (italiani e stranieri) di tematiche scelte per evidenziare e approfondire diversi aspetti del dialogo e delle competenze di cittadinanza globale.
E’ possibile farsi un’idea dell’offerta degli Specchi degli anni scorsi collegandosi al canale Youtube di Rete Dialogues, dove sono pubblicate le videoregistrazioni degli incontri (link al canale)
Il calendario degli Specchi di Dialogo 3 sarà pubblicato a breve sul sito di Rete Dialogues.

Dialogare col mondo: attività in lingua inglese

In collaborazione col progetto internazionale Generation Global è possibile preparare e far partecipare classi delle scuole medie inferiori e superiori ad attività volte all’acquisizione e affinamento di competenze dialogiche: le Videoconferenze e i Team Topic internazionali, in cui gli allievi si confrontano in modo diretto, immediato e personale con coetanei di oltre 20 nazioni in 5 continenti, tramite il dialogo parlato o scritto. Un’occasione unica per fare un’esperienza sul campo di interculturalità.

Una vasta biblioteca di materiali didattici in lingua inglese è a disposizione dei docenti per preparare lezioni laboratoriali in cui gli allievi sono protagonisti attivi; gli argomenti spaziano dal confronto tra differenti tradizioni e stili di vita ai diritti umani, dalla situazione femminile agli “hate speeches”, dalla religione alla cittadinanza globale.
Il calendario delle attività in inglese è pubblicato sul sito generation.global; per iscriversi al programma o per maggiori informazioni sulle attività in lingua inglese è possibile  ai Coordinatori Italiani del progetto Generation Global ([email protected])

Praticare il dialogo in lingua italiana: le competenze di cittadinanza globale

E’ in preparazione anche un calendario di Videoconferenze in italiano, da realizzarsi tra classi di scuole medie e superiori di differenti città e regioni, sempre attraverso il sito e le tecnologie messe a disposizione da  Generation Global; anche per queste sono disponibili materiali didattici innovativi e laboratoriali, alcuni tradotti dai moduli in inglese (Introduzione al Dialogo, Festival, Arte, Ambiente … ) ma diversi altri sviluppati autonomamente da Rete Dialogues; tra questi ultimi ricordiamo il percorso sulle Competenze di Cittadinanza Globale in collaborazione col prof. Reimers (Direttore  del Global Education Innovation Initiative e dell’International Education Policy Program presso l’ Università di Harvard).  Questo percorso è incentrato sui Diritti Umani e sugli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile: una prima raccolta sull’argomento Fame e Povertà è stato sperimentato nella scorsa primavera da un centinaio di docenti con classi dalla scuola materna alle superiori nel percorso di formazione Global Dialogue.
Per quanto riguarda il dialogo tra classi italiane in modalità scritta (Team Blogging) è allo studio lo sviluppo di un programma dedicato sul sito di Rete Dialogues: maggiori informazioni saranno comunicate entro dicembre 2017
Il calendario delle attività in italiano sarà pubblicato sia sul sito di Rete Dialogues che di Generation Global. Per informazioni sulle attività in italiano è possibile scrivere a [email protected]

L’esperienza di Rete Dialogues presentata sulla Multicultural Education Review

Un articolo sull’esperienza di Rete Dialogues è stato pubblicato sulla prestigiosa rivista  Multcultural Education Review: il lavoro svolto in questi anni dalla nostra comunità di studio e pratica viene riconosciuto a livello internazionale. Una grande soddisfazione per tutti i docenti e dirigenti !

“New means and new meanings for multicultural education in a global–Italian context”
Nuovi mezzi e nuovi significati per un’educazione multiculturale in un contesto italiano e globale

RIportiamo la traduzione dell’Abstract

“Nel mondo multiculturale di oggi, gli strumenti digitali possono diventare un mezzo potente per costruire una cultura del dialogo che sostiene l’insegnamento “rispondente culturalmente” all’interno di ambienti di apprendimento multiculturale ricchi di spunti immaginativi. Gli studenti possono sviluppare competenze globali, apprendendo di più rispetto alla cultura propria e altrui nel loro percorso di sviluppo personale. Questo articolo presenta l’esperienza di Rete Dialogues, una rete di scuole statali italiane che hanno creato una comunità professionale di apprendimento e hanno promosso il progetto internazionale Generation Global in Italia. Attraverso tecnologie come le videoconferenze e le comunità online, gli studenti, sostenuti dai loro insegnanti, possono incontrare compagne di culture diverse. Dopo aver fatto riferimento allo sviluppo della nozione di multiculturalismo, questa esperienza viene interpretata  attraverso le lenti delle cinque dimensioni di Banks. Quindi viene presentata  un’iniziativa di “teamblogging” che ha coinvolto 2000 studenti e oltre 200 insegnanti e si discutono esempi di dialoghi digitali degli studenti; infine si ipotizzano i prossimi passi nella pratica dell’educazione multiculturale.”

 

Riascoltare i Seminari Specchi di Dialogo 2

Sul canale Youtube di Rete Dialogues potete ora trovare le registrazioni video della seconda edizione dei seminari Specchi di Dialogo, organizzati nell’a.s. 2016-2017 da Rete Dialogues.

SPECCHI DI DIALOGO è un percorso di formazione attuato tramite seminari pomeridiani tenuti da relatori qualificati in vari settori culturali: i docenti delle scuole della Rete, ma anche i docenti interessati di altre scuole, incontrano esperti di tematiche scelte per evidenziare ed approfondire diverse peculiarità del dialogo.

Per accedere alle registrazioni seguite questo link.

Scienza della Cultura della Felicità – Presentazione del libro di Gioia di Cristofaro Longo

Gioia de Cristofaro Longo è un’illustre antropologa, da anni esperta di riferimento e protagonista di diversi seminari di Rete Dialogues, nonchè amica affettuosa e sempre stimolante.


Venerdì 24 febbraio, nella sala Mappamondo della Camera dei Deputati, Gioia ha presentato il libro “Scienza della Cultura della Felicità: atlante tematico dei Diritti Umani e della Pace“: il libro riporta le riflessioni dell’autrice sia nell’ambito della sua attività di docente ordinaria di Antropologia Culturale presso la Sapienza – Università di Roma; sia come relatrice dei numerosi incontri e convegni nazionali e internazionali ai quali è intervenuta.
Alla presentazione sono intervenuti diversi esponenti della cultura romana, tra cui Giovanna Barzanò, dirigente MIUR e responsabile di Rete Dialogues.

Scarica la  brochure dell’Atlante

 

L’esperienza di Rete Dialogues presentata al convegno romano della WIHW

GIovedì 23 febbraio, presso l’Aula dei Gruppi Parlamentari di Montecitorio, si è tenuto il convegno “Processi di trasformazione della scuola italiana nella società plurale“. Organizzato dal Tavolo Interreligioso di Roma con la collaborazione del Dipartimento di Storia dell’Università di Tor Vergata e delle riviste Scuola Democratica e Coscienza e Libertà, il convegno ha fatto il punto sulle buone pratiche attuate e sugli stimoli che la presenza di studenti provenienti da background religiosi esulturali multipli può offrire alla scuola italiana, allo scopo di elaborare interventi educativi innovativi , capaci di dare risposta a una società in rapido divenire.
L’esperienza di Rete Dialogues è stata presentata da Giovanna Barzanò, DIrigente Tecnico MIUR .
Il convegno fa parte di una serie di iniziative organizzate dal Tavolo interreligioso in occasione della WIWH o  World Interfaith Harmony Week (Settimana mondiale dell’Armonia e del Dialogo tra le Fedi), promossa dalle Nazioni Unite nella Dichiarazione dell’Assemblea Generale A/65/L.5/20 : questi eventi sono dedicati ai temi del dialogo, della conoscenza e della condivisione di esperienze culturali e artistiche tra fedi e tradizioni differenti radicate nel nostro territorio, con il patrocinio dell’UNAR, Ufficio Nazionale Antidiscriminazione Razziale  della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Oltre al convegno Sono previste visite guidate nei luoghi di culto della Capitale per conoscere in modo diretto le realtà presenti e le comunità di fede e  la Mostra“Lo spirituale nell’arte: Espressioni di armonia tra le fedi” ospitata per la prima volta negli spazi museali del Centro Culturale islamico d’Italia nella Grande Moschea.