Archivi tag: comunitazione

Nuova scheda per la segnalazione di news

La redazione del sito è lieta di annunciare la pubblicazione di una nuova scheda per la segnalazione di notizie proveniente dalle scuole della Rete. Ogni eventolegato alle attività e/o alle tematiche di Rete Dialogues/Generation Global può essere segnalato: la redazione deciderà poi se pubblicarlo e in che forma, interagendo eventualemten con gli autori.

In allegato trovate il file in formato word: una volta compilato va spedito insieme alle foto ed eventuali altri documenti a

[email protected]

E’ importante fornire tutte le informazioni richieste e anche un commento il più possibile esaustivo, che permetta alla redazione di costruire una notizia comunicando non solo il fatto in sè ma anche l’atmosfera con cui è stato vissuto dai partecipanti, il significato dell’evento per la comunità in cui è avvenuto, ecc.

Sarebbe bello, per il Seminario Nazionale di Rete Dialogues, che si terrà a Montegrotto dal 18 al 20 luglio, avere un sito ricco di notizie e immagini dalle scuole!

Scarica la nuova scheda di segnalazione News

 

#HUMANRIGHTS 2015 all’IC Mattei di Meolo

Notizia a cura di Lorenza Marson, IC Mattei di Meolo (VE)

Dicembre 2015

Dicembre 2015 all’IC Mattei di Meolo

Sarà per i fatti di Parigi, sarà perché è rimasta coinvolta una ragazza di Venezia, sarà perché nella nostra scuola l’educazione ai diritti umani è diventata una tappa fondamentale, ma quest’anno il percorso #HUMANRIGHTS per i miei alunni è stato ricco, coinvolgente e particolarmente significativo.
Al percorso proposto da FTF, adattato alla nostra realtà, arricchito da una emozionante Videoconferenza, abbiamo affiancato un momento celebrativo   nella giornata del 10 dicembre e un’esperienza di creatività di gruppo .

E qui la sorpresa … perché noi insegnanti a volte … anzi… spesso … quando avviamo un nuovo percorso, una nuova esperienza di carattere creativo che dovrebbe approdare ad un elaborato finale, abbiamo già in mente dove vogliamo arrivare e cerchiamo di “dirottare” i ragazzi verso la strada che a noi sembra migliore … quest’anno la mia idea era super … qualche piccola spinta, qualche suggerimento… la parola giusta e …. Niente … la mia idea è rimasta nel cassetto … ed è giusto così … sono sbocciati ben altri fiori…

… ma procediamo con ordine …

Tra le risorse didattiche del modulo “Human Rights” di FTF c’è una preziosa scheda contenente tutti gli articoli in italiano e inglese corredati dai link a brevi video reperibili su You Tube … pochi minuti per video ma di una efficacia immediata!
E’ qui che è partita la proposta ai ragazzi delle nostre due classi terze: perché non proviamo noi stessi a produrre degli “spot” capaci di stimolare la riflessione sul rispetto dei diritti fondamentali dell’uomo? E così, accanto al lavoro di approfondimento, di ricerca, di lettura e riflessione delle varie tematiche (curato dai docenti di lettere, inglese e religione) ne è partito uno creativo, in piccoli gruppi di lavoro possibile grazie alla presenza a scuola di due educatrici del Progetto Minori (in collaborazione con l’amministrazione comunale e l’azienda sanitaria locale).
Alla fase di ideazione è subentrata la realizzazione dei prodotti (video, cartelloni animati, presentazioni… scenette…) un po’ a scuola, un po’ a casa fino alla produzione dei primi elaborati che hanno avuto bisogno di essere RIvisti, RIcostruiti , RIpensati … tanto che la ricchezza del percorso sta proprio nell’azione di RIvisitazione delle prime bozze … E sono così nati 5 video che presenteremo alla cittadinanza il 30 gennaio 2015 come segnale di speranza nel ricordo della “Giornata della Memoria”.

STOP BULLYING

HUMAN RIGHTS

THE RIGHT TO LIFE

THE RIGHT TO PRIVACY

Il 10 dicembre – “Human Right Day 2015” – ha per noi poi rappresentato l’occasione di allargare la riflessione a tutti gli altri studenti semplicemente unendoci in un unico grande cerchio. Novantanove ragazzi stretti insieme, ciascuno con una simbolica stella bianca in mano come se fosse una luce da accendere nel ricordo di tutte le vittime di chi ha calpestato i diritti di uomini, donne, bambini, anziani, disabili di ogni luogo e tempo …. Bob Dylan e la sua “Blowing in the wind” come sottofondo alla lettura di una riflessione comune.

Qualche ora dopo, nella stessa giornata, attesa Videoconferenza con la Holland Hall School di Tulsa in Oklahoma in ascolto attento della relatrice ospite, Ameena Jandali [Ameena Jandali è membro fondatore dell’ Islamic Networks Group, associazione americana che si occupa di far conoscere l’Islam e le tematiche ad esso collegato nelle scuole e  in altre istituzioni N.d.R.].

Videoconferenza del 10.12.15Ameena ha cercato di far capire ai ragazzi quanto il rispetto, la tolleranza, la comprensione e l’accoglienza siano valori fondamentali nella religione islamica quanto nelle altre religioni. Al termine della VC, un nostro alunno ha fatto notare che è tempo che il linguaggio dei mass media abbandoni tutte le parole che incitano all’odio sostituendole con parole di pace.

PS: … a proposito… la mia idea iniziale rimane in uno dei cassetti nella mia testa … pronta a uscire quando qualche alunno troverà la chiave per aprire il cassetto giusto

IN YOUR SHOES all’IC Mattei di Meolo (VE)

Indovinello:  in quale  spazio di una scuola nascono le idee più geniali e condivise? Dove  “una parola tira l’altra” … uno dice “si potrebbe… e il collega risponde ” dai che facciamo”… e così nello spazio temporale di dieci minuti  hai trovato il percorso che cercavi per rendere più originale una attività programmata?

Ecco, questa idea delle scarpe è nata così …  davanti all’indispensabile distributore del caffè…  tra quei tre quattro colleghi che quel giorno non avevano la sorveglianza all’intervallo.

Vorrei riportarvi esattamente  le fasi del dialogo tra i docenti  (ho anche provato…) ma diventerei noiosa; sta di fatto che  tutto è partito con l’idea di partecipare all’ iniziativa del MIUR  “Gioca-nei-miei-panni” .  Nelle ore di supplenza  una nostra preziosissima collega  ha presentato ai ragazzi di alcune classi il sito  dedicato all’iniziativa con un primo intento di portarli  a mettersi nei panni dell’immigrato che si trova ogni giorno ad affrontare situazioni da risolvere attraverso un vero e proprio gioco… poi c’è stato il famoso “sit in” davanti alla macchinetta del caffè: dai “panni” alle “scarpe” … c’è voluto poco … la prof. di arte si è subito attivata per  la parte creativa … e che parte!!! E il progetto si è orientato verso l’empatia e il tentativo di contrastare il bullismo.

Sono subentrate le educatrici che seguono il gruppetto  dei ragazzi dello  “Staff SDS”  (avrete capito che sono i ragazzi che  “vivacizzano” la nostra scuola… diciamo che ci “stimolano” ad essere creativi) che hanno portato avanti la ricerca delle tipologie di scarpe, hanno preparato le sagome, letto  e sintetizzato la storia “Scarpe verdi di invidia” (ci vorrebbe una parentesi per raccontarvi come siamo arrivati a questo libro… ma ve la risparmio) e presentato l’attività a tutti gli altri studenti.

Poi … una idea dopo l’altra … alla fine ci troveremo con una speciale collezione di scarpe…

Mi fermo qui… le foto raccontano le fasi di un lavoro che è ancora in atto perché ha bisogno di essere ridiscusso e condiviso e questa documentazione  fa parte del percorso. Ci serve per riprendere la riflessione con i ragazzi stessi.

Lorenza Marson, docente presso l’istituto

 [è ora disponibile il video conclusivo sull’attività – N.d.R.]

Il messaggio di Face to Faith arriva a tutto il Paese (TV)

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERAAnche quest’anno, a dicembre, si è svolta la tradizionale festa natalizia in piazza Quaglia, in centro a Paese (Treviso.) La piazza e le vie limitrofe si sono animate per tutta la domenica 14 dicembre con il mercatino di Natale, con prodotti artigianali , con oggetti realizzati dai nostri ragazzi o da cooperative, il cui ricavato è destinato a sostenere progetti di solidarietà. Numerosi sono stati anche glOLYMPUS DIGITAL CAMERAi eventi,  come la presenza del coro della nostra scuola, o le mostre, come la mostra “La grande Pace” organizzata dall’IC Casteller.

In questo clima di festa e solidarietà, palloncini colorati con messaggi di pace scritti dai nostri alunni grazie alle attività inerenti all’evento Peace One Day del progetto Face To Faith, hanno trovato il loro spazio all’interno della mostra, per ricordare ancora una volta che tutti noi abbiamo bisogno di pace.

notizia segnalata dalle docenti Paola Priore , Daniela Brussato, Gabriella Teso

Un Natale di Pace e Dialogo per gli Acchiappanote di Monte San Savino

brochure2La serata in musica, prima delle festività natalizie, è diventata ormai un appuntamento immancabile per tutti noi, studenti, genitori e insegnanti delle Scuola Secondaria di Primo grado dell’Istituto di Monte San Savino.

I brani musicali sono stati intervallati dalla lettura di pensieri e riflessioni ripresi da autori famosi, si tratta di semplici frasi e poesie sul dialogo e sulla Pace scaturite dalle attività svolte in occasione della festa del Natale e sono stati letti dagli alunni delle classi prime della Scuola Secondaria di Primo Grado di Monte San Savino.
Durante le letture sono state proiettate delle immagini che rappresentano sempre i temi della Pace e del Dialogo, anch’esse realizzate dai nostri alunni

UN SORRISO ( programma della serata)

notizia segnalata da Roberto Buoncompagni

 

Lo straordinario dicembre dell’IC Mattei di Meolo

6Dicembre 2014 è stato un mese di lavoro intenso, profondo,  creativo e collaborativo nella nostra scuola

Intenso … perché quando si hanno delle scadenze il tempo non basta mai e si arriva all’appuntamento  sempre con la sensazione di non aver fatto abbastanza. Gli appuntamenti importanti erano ben due: la speciale Videoconferenza di giovedì 12 dicembre, durante la quale 5 scuole da tutto il mondo riunite a discutere di diritti umani con un ospite speciale ……….) e la Serata di lunedì 22 dicembre,  dedicata alla  presentazione del ricco bagaglio di esperienze  vissute dai ragazzi di terza media in questi primi mesi dell’anno scolastico, il tutto accompagnato  da musiche natalizie provenienti da diverse parti del mondo

Profondo …   altroché se profondo….  il principale argomento di riflessione dei ragazzi è stato Articolo 18 della dichiarazione  dei Diritti Umani … le colleghe di lettere, religione e inglese, con competenza e scrupolosa attenzione,  hanno guidato gli studenti  negli ingranaggi di una tematica particolarmente delicata muovendosi su un terreno ancora da coltivare non solo nei nostri ragazzi (pensando alla giovane età) ma,  alla luce degli avvenimenti  di questi primi giorni del nuovo anno, in tutta la società.

Creativo e collaborativo … quando all’immaginazione di uno si aggiungono le idee di tanti il prodotto non può che essere esplosivo! E qui non aggiungo altro …. guardate il video realizzato dai nostri alunni, si chiamaIl sogno, è un piccolo,  “povero”   gioiello di compartecipazione, di lavoro cooperativo,  sia nell’ideazione che nella realizzazione…

PS:   “povero” nel senso che è stato realizzato con mezzi di fortuna, a costo zero…. Con materiali e soluzioni che di tecnologico hanno molto poco… da vedere solo con gli occhi del cuore …

 Notizia segnalata da Lorenza Marson

Unità didattica su Diritti Umani