Archivi tag: IC Settembrini

Documentare per comunicare – Riunione del CTS di Rete Dialogues

Il gruppo dei partecipanti

Giovedì 10 e venerdì 11 novembre si è tenuta a Roma, presso la sede di Via Novara dell’IC Settembrini, la riunione del CTS (Comitato Tecnico Scientifico) di Rete Dialogues,  appuntamento autunnale per la messa a punto delle attività dell’anno scolastico in corso.

I docenti e i presidi partecipanti provenivano da diversi istituti aderenti alla Rete: all’incontro, preieduto dalla dott.ssa Giovanna Barzanò (Dirigente Tecnico del MIUR),  oltre alla scuola ospite IC Sttembrini e al Liceo Machiavelli di Roma, erano rappresentate  le scuole medie Michelangelo e Montello G. Santomauro di Bari, la SMS Bobbio di Torino e l’ISS 8 Marzo di Settimo Torinese, l’IC Casteller di Paese (Treviso), l’IO Marcelli di Foiano della Chiana e l’IC Città di Castiglion Fiorentino (entrambe in provincia di Arezzo), l’IC Fermi di Romano di Lombardia e l’IC di Scanzorosciate (dalla provincia di Bergamo) e infine il Liceo Galilei e l’IC Diaz Manzoni di Catania.

Ospiti graditi la prof.ssa Gioia Longo De Cristofari (Docente Antropologia Culturale, Università La Sapienza di Roma), Massimo La Rocca (MIUR, Direzione regionale per lo studente) e Lorenzo Raffio, Education Administrator di Generation Global: in collegamento tramite videoconferenza la prof.ssa Beatrice Ligorio (Docente di Psicologia dell’educazione ed e-learning, Università degli Studi Aldo Moro di Bari ) e Jo Malone ( Senior Project Manager di Generation Global, Londra)

Dopo i saluti della DS Carla Alfano dell’IC Settembrini , scuola capofila di Rete Dialogues,  Francesca Neri (DSGA dell’IC Settembrini) ha presentato la rendicontazione finanziaria delle attività; sono stati presentati anche i bandi di progetto ai quali la Rete sta attualmente partecipando.

Si è poi entrati ne vivo dei lavori con la discussione e la ricerca-azione su una delle tematiche centrali della formazione di Rete Dialogues per l’a.s. 2016-2017: la documentazione delle attività nell’ottica della comunicazione.

Sono stati visionati diversi esempi di video, tra cui il documentario sul Seminario Nazionale di ReteDialogues del luglio scorso, opera della fotografa Carlotta Vigliani: si è anche  riflettuto sul primo seminario Specchi di Dialogo, che ha introdotto il  corso di formazione “Rendere visibile SGUARDI e PENSIERI di bambini, ragazzi e adulti sul mondo” organizzato in collaborazione con la Fondazione Reggio Children. Sono state individuate delle caratteristiche di base per produrre una documentazione efficace, richiamando l’attenzione sull’importanza di essere sintetici ed efficaci, puntando sulle emozioni evocate da immagini e storie condivise.

Di grande interessa e valenza pedagogica è stata l’attività di documentazione assegnata dalla prof.ssa Ligorio a tutti i partecipanti che hanno assistito, in serata, al concerto presso l’auditorium Parco della Musica : le note del Bolero di Ravel e l’impressionante architettura del complesso polifunzionale progettato da Renzo Piano sono stati di ispirazione per la produzione di una sintesi di immagini e parole chiave che sono state condivise online con la professoressa.
ll feed back è arrivato il giorno successivo, mediante un collegamento in videoconferenza, in cui si è capita l’importanza di rivalorizzare un’attività di per sè molto semplice, quella di scattare foto digitali, finalizzandola ad un percorso riflessivo.

Nella seconda giornata di lavori si è fatto il punto sulle pubblicazioni in preparazione,  il libro a cura di Govanna Barzanò e Pietro Boscolo sul progetto FASPA (Facciamoli Scrivere in PAce) che ha ricevuto un’entusiastica approvazione dell’indice iniziale e il libro di Giovanni Moretti intitolato “Professional developement”,  sulle esperienze dei corsi di formazione CODIRS DIaloghi in Corso

Si è poi fatto riferimento all’ accordo tra Rete Dialogues e il master di II livello “Leadership e management” presso l’università di Roma Tre, diretto da Giovanni Moretti.

Infine Lorenzo Raffio ha presentato in dettaglio le modalità di accesso e svolgimento di videoconferenze e  teambloging sul sito di Generation Global.

I lavori di gruppo sono durati un paio d’ore e hanno riguardato

  • Struttura generale dei corsi di formazione ReteDialogues
  • Corso sulla documentazione
  • Corso sulle competenze globali
  • Programmazione del ciclo di seminari Specchi di dialogo 2
  • Aggiornamento del sito web della Rete
  • Bandi MIUR e EU
  • Pubblicazioni di Rete Dialogues

 

Riunione del Coordinamento nazionale di Rete Dialogues

Giovedì 12 e venerdì 13 novembre si è riunito a Roma, presso una delle sedi della scuola capofila IC Settembrini, il Coordinamento Nazionale di Rete Dialogues: hanno partecipato rappresentanze (docenti e/o presidi) di dieci diverse scuole:

Al via i lavori del Coordinamento Nazionale

Al via i lavori del Coordinamento Nazionale

IC Settembrini di Roma
Scuola secondaria Michelangelo di Bari
Scuola secondaria Bobbio di Torino
IIS 8 marzo di Settimo Torinese (TO)
IC Casteller di Paese (TV)
IOC musicale Verdi di Milano
IC Fermi di Romano di Lombardia (BG)
IC di Scanzorosciate (BG)
IO Marcelli di Foiano della Chiana (AR)
Liceo scientifico Galilei di Catania

L’agenda dei lavori come al solito si prensenta molto nutrita

  • organizzazione e impatto della rete: contatti con associazioni, revisione atto costitutivo, sito web, accoglienza nuove scuole, risorse, ultime rifiniture dell’atto di rete;
  • attività “di routine” legate alla proposte di FTF; videoconferenze, forum, blog monitorati, celebrazioni di giornate speciali sulla pace, i diritti umani;
  • organizzazione e conduzione del progetto di ricerca sull’apertura mentale dialogica (DOM Dialogical Open Mindeness) che quest’anno si condurrà in collaborazione con l’Università di Exter (UK), allo scopodi valutare l’efficacia dle progetto FTF;
  • attività di ricerca-azione su dialogo e scrittura digitale; corso di  approfondimento, sviluppato a partire da CODIRS, supervizionato dal prof.Boscolo
  • laboratori di comunicazione globale per gli studenti attraverso team blogging in italiano e in inglese
  • attività di formazione blended e ricerca-azione per docenti su temi diversi, connessi alla pedagogia del dialogo (scrittura digitale, comunicazione in videoconferenza, storytelling, etc.).
Serata al FOro di Cesare

Visita serale al Foro di Cesare

Intenso il ritmo delle presentazioni e relativi discussioni attraverso confronti e scambi di idee; alcuni lavori si sono svolti riunione plenaria, altri suddivisi in specifici sottogruppi. Il clima di collaborazione e fiducia, creato dalla capacità di instaurare buone relazioni tra lead teachers, dirigenti ed esperti, ha reso le due sessioni di lavoro non solo professionalmente proficue, ma anche umanamente arricchenti.

In serata la visita al Foro di Cesare, con la nuova installazione interattiva curata da Pietro Angela, ha fornito ulteriori spunti di riflessione culturale, in un ambientazione di magica bellezza

verbale Didattica e Strumenti del Dialogo – Roma NOV 2015

 

“Il sole dentro” per PeaceOneDay alla Settembrini di Roma

L’Istituto “Luigi Settembrini”, per Peace One Day e nell’ambito della seconda edizione del Festival dell’INTERCULTURA SOLIDALE TuMiAmi, promosso dall’Organizzazione Umanitaria Internazionale LIFE and LIFE, ha organizzato la proiezione del film “SOLE DENTRO”, del regista Paolo Bianchini, presso l’aula Magna dell’Istituto Scolastico “S. Maria Ausiliatrice”, via Dalmazia 12.
Il giorno 14 ottobre le classi 3A, 3I e 3L e le terze dell’Istituto scolastico “S. Maria Ausiliatrice” di Roma, in toale più di 200 i ragazzi,  hanno partecipato alla proiezione ed hanno discusso del film con studiosi ed esperti quali: Gioia Di Cristofaro Longo, Presidente LUNID; Massimo La Rocca, Dirigente Scolastico, Scuola Polo “Luigi Settembrini”; Giovanna Barzanò, Dirigente Tecnico MIUR; Piero De Gennaro, giornalista, autore televisivo di RAICULTURA; Gianni Lattanzio, Associazione Dialoghi.

Per l’occasione è stato preparato un video

Notizia segnalata dai proff. Paola Spinelli, Patrizia Bianchi, Patrizio Salvitti , Antonella Facchini (Settembrini) e Aldo Antolini (S. Maria Ausiliatrice)

Women’s Day: faith & leadership alla Settembrini di Roma

Il 7 marzo la classe 3M dell’IC Settembrini di Roma ha partecipato ad un evento straordinario: l’incontro in  videoconferenza con Yeva Avakyan, consulente al “World Vision US”, esperta di pari opportunità e diritti del fanciullo. Nelle tre settimane precedenti all’all’incontro, la classe ha intrapreso un percorso di analisi e riflessione sul ruolo della donna:
1. Il ruolo della donna nella nostra comunità.
2. Il ruolo della donna nelle differenti confezioni di fede.
3. Le opportunità e le barriere per le donne nell’ambito della religione cattolica.
Durante la VC, che ha visto coinvolti anche gli allievi dell’IC Parini di Catania, Yeva Avakyan ha raccontato la sua esperienza come consulente nel tutelare gli interessi delle donne vittime di violenza e nella prevenzione del commercio dei bambini. Infine si è soffermata sul suo percorso di difesa dei diritti umani nelle diverse comunità in cui ha lavorato: in India, nell’Africa, nell’Asia e in Armenia.
I ragazzi delle due scuole hanno posto numerose domande, oggetto di riflessioni condivise. Alcune di queste hanno messo in luce il ruolo delle donne leader e la dimensione religiosa nella pratica delle diverse fedi. Hanno espresso pensieri profondi e si sono trovati d’accordo nel ritenere che necessita un’uguaglianza di genere non formale, ma sostanziale per eliminare gli stereotipi e per costruire azioni positive che promuovano i diritti economici, politici e sociali delle donne, espressione di civiltà e creatività.

La cultura delle pari opportunità, il rispetto della dignità della donna, la denuncia dei femminicidi, la nuova dimensione della cultura di genere,sono stati una vera lezione di educazione civica e di civiltà internazionale, che ha aperto ai ragazzi gli occhi sul mondo; un avvio a modificare il modo di pensare, di sentire e di agire nei confronti delle pari opportunità tra uomo e donna e della funzione e ruolo della donna nella società

Presentazione su Leadership Femminile – Classe 3M

a cura della prof.ssa Antonella Facchini

Non c’è data di scadenza per la solidarietà con le Filippine all’I.C. Settembrini di Roma

SolidariTea: no expiry date for solidarity to Philippines per l’Istituto Settembrini di Roma è stata una manifestazione di beneficenza aperta al Territorio a favore della popolazione filippina colpita dall’alluvione.
Le classi prime, seconde e terze aderenti al programma FtF il 19 febbraio 2014 hanno offerto un tè con pasticcini inglesi preparati da loro da gustare fra danze, canti e poesie.
La partecipazione di tutti è stata entusiasta e generosa. Cogliendo l’input dato da FtF, gli alunni hanno seguito un percorso articolato e spontaneo nel suo farsi generatore inesauribile di idee e riflessioni sul tema della giornata.
Condivisione, fratellanza, coesione sociale, alleanza, comprensione, empatia, unione, altruismo, cooperazione, volontariato sono solo alcune delle parole chiave suggerite dai nostri ragazzi prima di procedere all’individuazione e selezione dei testi letterari e filmici oggetto di studio curricolare.
Nella piena autonomia di pensiero e di azione sono approdati a riflessioni sorprendenti per la loro età: la solidarietà non è carità pelosa, non parte dalla mente, ma dal cuore, è una relazione empatica…bisogna uscire da se stessi per essere generativi di azioni solidali, diventare presenza che parla e dialogo che costruisce.

2G La ricerca della solidarietà
2A La solidarietà: una cosa poetica della nostra quotidianità

Complimenti ai ragazzi delle classi della  2A, 2G, 1I e 2I,  1L, 2L, e 3L, 1M  e ,3M, 2N: ringraziamo anche i docenti che hanno collaborato all’inizitiava (P. Spinelli, P. Bianchi, L. Bianchi, F. Montoro, P. Salvitti, M. Fossati, A. Facchini, E. Bonfanti, A. R. Corona, S. Romano, M. Casco, T. Frassino)

I Diritti Umani non solo solo parole all’IC Settembrini di Roma

Accogliamo tutti la sfida di costruire una società fondata sulla pace, prosperità, rifiuto di qualsiasi discriminazione e sulla democrazia…in fin dei conti è una vittoria di tutti per la giustizia e la dignità umana.
E’ con queste parole che Nelson Mandela ha guidato il percorso formativo DIRITTI UMANI: NON SOLO PAROLE presentato lo scorso 13 dicembre alla Settembrini per la Giornata dei Diritti Umani.
Tra musica, parole, canti, scatti fotografici e filmati i giovani “navigatori FtF” hanno accompagnato docenti e genitori in un mare di riflessioni per generare in tutti consapevolezze e prospettive nuove.
Ospiti speciali hanno catalizzato gli interventi degli studenti: un responsabile della comunità buddista neozelandese Kim Bikila, in videoconferenza, e un genitore avvocato e docente dell’Università Federico II di Napoli, Daniele Cutolo.
L’incontro con Kim è stato particolarmente toccante; in silenzio e con estrema attenzione i ragazzi hanno ascoltato dolorose esperienze di vita e si sono sentiti replicare: Era facile rispondere all’odio con l’odio…Fate la differenza! Ad un imbecille si risponde con il silenzio.
Non l’odio ma l’educazione è l’arma più potente che può cambiare il mondo ed è il grande motore dello sviluppo personale. Infatti, è grazie all’educazione che la figlia di un contadino può diventare medico, il figlio di un minatore il capo miniera o un bambino nato in una famiglia povera il presidente di una grande nazione (Nelson Mandela).
Così, anticipando il twitter del Ministro Carrozza e sull’onda del pensiero di Mandela (morto il 5 dicembre), in classe la storia contemporanea è diventata uno strumento di educazione.